Trofeo Laverda 1985

Dopo il successo del Trofeo Laverda ’84, la casa di Breganze ci riprova ed ancora una volta è l’unica casa ad offrire un trofeo monomarca nazionale (ed in genere qualsiasi tipo di competizione su suolo italiano) per derivate di serie nella classe 125.

Per la stagione 1985, Laverda scende in campo con la nuova LB Uno caratterizzata da una ciclistica migliore rispetto alla precedente LB Sport e dotata di mono ammortizzatore posteriore e ruota anteriore da 16”. Ovviamente anche il motore riceve piccole migliorie, ma di base rimane la stessa unità della precedente Sport.
I migliori piloti della stagione ’84 non prendono parte alla stagione ’85 con l’eccezione di Luciano Fabiani e Roberto Giovacchini che nella passata stagione si classificano rispettivamente settimo e ottavo.

Luciano Fabiani conduce una stagione all’insegna della maturità e del self control e sebbene non vinca mai una gara, ottiene sempre importanti piazzamenti che complice anche un pizzico di fortuna lo portano a vincere il Trofeo. Un bel risultanto considerato anche il servizio militare che limita le possibilità di prova di Fabiani costretto a correre solo quando in licenza.
Simone Giannecchini si mette in mostra nella seconda parte del campionato e con autorità vince due gare consecutive che avrebbero potuto essere tre se non fosse stato per la benzina esaurita sul rettifilo di arrivo nella quarta prova disputata al Mugello. Un bel risultato che gli vale un secondo posto assoluto.
Fabio Imperiali, fratello del campione ’84 Andrea Imperiali, non vince nessuna gara, ma come per Fabiani, conduce un campionato all’insegna della regolarità. Purtroppo per lui l’ultima prova lo vede partire malissimo e con un motore che soffre per una grippata nelle batterie di qualificazione ottiene solo un quinto posto che però gli vale un terzo posto assoluto nella classifica di fine anno.

Molto competitivi Emilano Cuppini e Giuseppe Formilan che vincono una gara a testa e si classificano rispettivamente terzo e quarto. Roberto Giovacchini vince le prime due gare con una certa autorità, ma una brutta caduta al Mugello lo costringe al ritiro per tutta la stagione.
Tra le future star del motociclismo nostrano si segnalano Valerio Vivarelli, Corrado Catalano e Gimmi Bosio che si classificano a fine stagione rispettivamente nono, sedicesimo e ventiduesimo.

Trofeo_Laverda_85 (1)

Anche per la stagione 1985 sono sei le gare previste.

Varano, 21 Aprile 1985
La prima gara di Varano vede la vittoria di Roberto Giovacchini che si classifica primo in batteria di qualificazione e mantiene il comando per tutta la gara fino alla bandiera a scacchi. Bella la gara di Formilan che partito male e con un’uscita di pista rimonta alla grande fino a tagliare il traguardo secondo davanti a Rovelli che si classifica terzo. Luciano Fabiani giunge quarto.

Vallelunga, 19 Maggio 1985
La seconda prova a Vallelunga vede ancora Roberto Giovacchini vincere in batteria di qualificazione e dominare la gara conquistando anche il giro più veloce. Secondo si classifica Emilio Cuppini che dopo la caduta in finale a Varano conquista un bel risultato. Seguono Fabio Imperiali e Luciano Fabiani ancora quarto a pochi centesimi di distanza.

Trofeo_Laverda_85_VallelungaTrofeo_Laverda_85_Premiazione_Vallelunga

Magione, 23 Giugno 1985
A Magione il debuttante Emilio Cuppini coglie la sua prima vittoria. Classificatosi secondo in batteria, Cuppini in gara scivola sull’asfalto bagnato ma presto recupera passando Fabiani e Formilan e andando a vincere la gara. Molto bene quindi Fabiani e Formilan che giungono rispettivamente secondo e terzo. Giovacchini invece non trovandosi a suo agio sulla pista umbra conduce una gara all’insegna della prudenza e saggiamente conquista il quarto posto che gli permette di mantenere comunque il vantaggio in classifica.

Trofeo_Laverda_85 (2)

Mugello, 14 Luglio 1985
Al Mugello Giuseppe Formilan conquista la sua prima vittoria a spese di Giovacchini che con una moto più lenta forza troppo andando a cadere fratturandosi tibia e perone. Si tratta di un brutto colpo per Giovacchini che vede Formilan portarsi in classifica alle sue spalle con solo un punto di distacco.
Simone Giannecchini disputa una bella gara lottando fino in fondo per il primo posto con Formilan, sebbene la mancanza di benzina nel rush finale lo costringa a mollare giungendo comunque secondo. Raggiungono il traguardo insieme Valerio Vivarelli che si classifica terzo e Fabio Imperiali che arriva quarto e all’insegna della continuità mantiene il quarto posto in classifica. Sempre bravo Cuppini che a causa di un problema al freno posteriore parte dall’ultima fila andando però a conquistare il sesto posto con una gara ricca di sorpassi. Solo undicesimo Fabiani.

Trofeo_Laverda_85_Lo_Prete

Misano, 17 Agosto 1985
La penultima gara a Misano vede un cambio di guardia in classifica a causa dell’assenza di Giovacchini ancora convalescente. Tuttavia è un cambio inaspettato: Fabio Imperiali infatti si porta in testa alla classifica giungendo secondo alle spalle di Giannecchini che vince la sua prima gara.
Fabiani che, Mugello a parte, ha sempre conquistato punti importanti conquista un’importantissimo terzo posto che lo vede catapultarsi secondo in classifica alle spalle di Imperiali con un solo punto di distacco. Quarto Pezzoni però solo settimo in classifica e quinto Cuppini che conquista il terzo posto in classifica. Non ha fortuna Formilan che viene tamponato e quindi non raccoglie punti classificandosi quinto in classifica dietro a Giovacchini ancora convalescente.

 Trofeo_Laverda_85_Bobby_Bosket

Misano, 15 Settembre 1985
L’ultima gara di Misano vede Luciano Fabiani conquistare il titolo pur tuttavia senza mai vincere una gara. Simone Giannecchini conquista infatti il primo posto seguito da Fabiani che con grande maturità ed astuzia rinuncia alla vittoria mantenendo per tutta la gara il passo con Giannecchini ma senza mai andare ad attaccarlo. Un bel risultato per il pilota toscano che tra l’altro si è visto pesantemente svantaggiato dal servizio militare che non sempre gli ha permesso di allenarsi come avrebbe voluto. Corrado Catalano conquista il suo primo podio concludendo terzo e seguito da Vivarelli.
Brutta gara per Fabio Imperiali che deve rinunciare alle sue ambizioni di seguire il fratello Andrea nella vittoria del titolo a causa di un motore non a punto e di una pessima partenza che lo vede tagliare il traguardo solo quinto. Male Formilan che giunge solo undicesimo e male per Cuppini che partito male recupera diverse posizioni conducendo una bella gara che però interrompe a causa di un tamponamento.

Trofeo_Laverda_85_Premiazione_Finale

Written By
More from J

125Franciacorta – ode alla Malanca!

Le Malanca bicilindriche. Le Malanca bicilindriche. L’ho scritto due volte? Ecco, mi...
Read More