Stagione 1989

L’interesse per le gare Sport Production diventa sempre più dilagante. Per la stagione ’89 la grande novità è data dall’istituzione di due categorie: under 21 e over 21. Vengono mantenute le regole per le gare selettive divise in base alla regione di residenza degli iscritti della precedente stagione, ovvero: Zona A per il centro-nord e Zona B per il centro-sud.

Il 1989 è un anno di transizione per Aprilia che presenta la AF1 Sintesi ’89, sebbene per la stagione ‘89 continui a correre anche la precedente versione Sintesi ’88, e per Cagiva che iscrive la nuova Freccia C12R ormai arrivata al suo ultimo anno di vita e non più competitiva. Le vere novità sono invece presentate da Gilera che introduce la SP01, sebbene la MX1 continui a correre, e da Honda che presenta la carenata NSR-R che sostituisce in pista la scarenata NSR-F. Val la pena di menzionare che Honda è l’unica casa che fornisce un’assistenza ufficiale e completa ai suoi piloti che utilizzano moto Honda Italia.

Il regolamento tecnico per il 1989 è più permissivo e ora permette l’utilizzo di uno scarico speciale.

Aprilia e Honda dettano legge. Loro sono le 125 che vincono di più in assoluto e che si piazzano sempre ai primi posti. Aprilia continua a fornire un’assistenza non ufficiale al suo pilota collaudatore Claudio Pellizzon, facendo comunque sentire l’appoggio della casa madre a coloro (meritevoli) che corrono in pista con una AF1.

Honda, per per la stagione ’89, mette in campo l’artiglieria pesante e costruisce una serie di NSR-R peciale in (pare) 200 pezzi e venduta solo ai piloti muniti di licenza. Si tratta di una versione omologata con un codice di omologazione diverso rispetto alla normale R acquistabile dai concessionari. Una moto assemblata a mano con cura certosina in ogni sua parte meccanica e ciclistica e dotata di componenti più performanti come un carburatore da 32 mm, uno scarico speciale, centralina e ammortizzatore posteriore regolabile.

Gilera, invece, fornisce un appoggio ufficiale a Gimmi Bosio con le MX1 e poi, a stagione inoltrata, con la SP01 entrambe preparate da Peter Durr. Interessante notare che il tecnico tedesco, noto mago dei motori 2 tempi e anche coinvolto nella produzione delle 125 stradali Gilera, per ridurre il peso al minimo spoglia della carena le moto di Bosio.

Davide Bulega con la Aprilia AF1 Sintesi si laurea campione SP ’89 nella under 21, mentre Gimmi Bosio, Gorgio Gallinelli e Flavio Stefanelli, dopo mesi di litigi, vengono tutti e tre fatti vincitori nella over 21. Da segnalare Claudio Pellizzon, sempre bravissimo, e la stella nascente Lucio Cecchinello che farà onore alla bandiera italiana nelle stagioni avvenire.

SP_89_Bosio

CALENDARIO ZONA A

1989 – Prima Selettiva

Non abbiamo informazioni. Contattateci su: j@125stradali.com

SP_89_Misano

Varano, 23 Aprilie 1989 – Seconda Selettiva


Under 21

Lucio Cecchinello con Honda NSR-R domina la prima parte della gara, ma poi arriva lungo e cade riuscendo però a recuperare arrivando ottavo. Vittoria Aprilia con quattro AF1 Sintesi che tagliano il traguardo con: Bentivogli, Meregalli, Giusti e Guareschi, che sulla pista di casa, è autore di un bel sorpasso ai danni di Liverani.

Over 21
Bellissima gara di Bosio, alla guida di una MX1 spogliata dalle carenature, e Pellizzon, sulla AF1 Sintesi ‘88. Una duello all’ultimo sangue che vede Bosio prevalere al traguardo su Pellizzon per solo un decimo. Bella anche la gara di Gallinelli con NSR che però per problemi all’impianto frenante conclude solamente ottavo. Seguono al traguardo Fiorin e Pesce sempre su Aprilia.

SP_89_Varano

Varano, 21 Maggio 1989 – Terza Selettiva
Under 21

Bella gara di Giusti su AF1 Sintesi che prende il comando da Capriolo scivolato per un eccesso di irruenza. Lo seguie un indomito Meregalli che lo tallona tutta la gara tagliando il traguardo dietro di lui a poco più di 1 secondo. Seguono Guareschi e Liverani sempre su AF1 Sintesi con Cecchinello che arriva quinto.

SP_89_Vallelunga_Duranti

Over 21
Un’altra bellissima gara di Bosio e Pellizzon. Questa volta ha la meglio il collaudatore Aprilia che conduce la gara dall’inizio alla fine riuscendo a tenere dietro di se uno scatenato Gimmi Bosio che conclude a soli pochi decimi dal veneto. Seguono Fiorin e Mark con Aprilia.

Varano_21_5_1989

Monza, 4 Giugno 1989 – Quarta Selettiva

Under 21
Bellissima gara di Lucio Cecchinello che taglia il traguardo per primo, ma dopo una battaglia entusiasmante con Giusti, Rosai e Merogalli che tagliano il traguardo nell’ordine.

Over 21
Vince Pellizzon che parte per primo e taglia il traguardo senza mai essere troppo disturbato dagli altri. La vera lotta si consuma per le piazze d’onore, dove a contendersi il podio sono in diversi. La spunta Bernicchia che arriva secondo, seguito da Gallinelli e Fiorin.

CALENDARIO ZONA B
Magione, 19 Marzo 1989 – Prima Selettiva

Under 21
Una gara caratterizzata da doppiaggi, anche multipli in certi casi. D’altronde il corto tracciato di Magione si presta molto bene. I protagonisti sono Giuseppe Fiorillo, Massimo Conforti, Pisanelli e Marco Mariani, tutti con Honda NSR-R. Mariani conduce la gara per diversi giri fino a quanto una staccata sbagliata lo porta a chiudere quinto al traguardo. Conforti, Fiorillo e Pisanelli si danno battaglia per tutta la gara e al traguardo ha la meglio Pisanelli che vince su Conforti e Fiorillo. Bella prestazione di Gervasio che su Gilera KZ riesce a star dietro alle veloci NSR e chiude quinto.

Over 21
La gara viene dominata da Eloi Chiariotti con Aprilia AF1. Seguono Duranti e Narduzzi con Honda NSR, Zappalà su Cagiva Freccia e Tramontana su Yamaha TZR.

Pergusa, 2 Aprile 1989 – Seconda Selettiva

Under 21
Una gara caratterizzata dalle squalifiche. Fiorillo e Pisanelli conducono una bella gara che vede anche Pisanelli fare il miglior tempo. Purtroppo, al traguardo entrambi vengono squalificati per irregolarità tecniche. Salgono quindi sul podio Ugo Laudati con Cagiva Freccia, Gervasio sempre con Gilera KZ ed un certo Biaggi con Honda.

Over 21
Anche nella over 21 non mancano le squalifiche. Chiariotti conduce la gara stando sempre in testa e taglia il traguardo seguito da Fasoli e Narduzzi tutti su Aprilia. Al traguardo tutte e tre le moto vengono trovate irregolari e quindi sono tutti squalificati. In totale su 23 piloti ben 17 vengono squalificati, anche se molti per irregolarità minori riscontrate nel peso della moto. Vince quindi Morri su Honda, seguito da Sturniolo sempre su Honda e Paolella su Gilera.

Magione, 30 Aprile 1989 – Terza Selettiva

Under 21
Un’altra gara dominata dalle Honda. Fiorillo conduce una gara magnifica dando ben 10 secondi al secondo arrivato Conforti e quasi 17 al terzo Mariani. Segue quarto Rossini con Honda e quinto Laudati con Cagiva.

Over 21
Anche qui stessa musica: la Honda NSR domina. Bellissima gara tra Marco Duranti e Armando Narduzzi che vede i due battagliare per tutta la gara. Vince Duranti, seguito da Narduzzi e Agnorelli con Aprilia. Bertucci e Cocozza sempre con Honda chiudono rispettivamente quarto e quinto.

Vallelunga, 21 Maggio 1989 – Quarta Selettiva

Under 21
Le selettive della Zona B si concludono con il dominio assoluto della Honda. Conforti e Fiorillo conducono una gara molto bella con Conforti che regala belle emozioni al pubblico. Marco Mariani chiude terzo e dietro di lui Pisanelli. Segue quinto Brignola con Aprilia e Gervasio sempre con Gilera KZ.

Over 21
Eloi Chiariotti e Luciano Fasoli conducono tutta la prima parte della gara quasi in solitario. Ma una caduta per entrambi apre le porte del traguardo a Marco Duranti che abilmente risale dalla quinta posizione fino a portarsi in testa e rimanerci fino al traguardo. Seguono Vari con Honda, Morri con Aprilia, Tramontana con Honda, Agnorelli con Aprilia e Narduzzi solo sesto e sempre con Honda.

LE FINALI

Vallelunga, 24 Settembre 1989 – Prima Finale

Under 21
Bella gara di Giampaolo Liverani che con la Honda NSR si porta in testa al gruppo nelle prime fasi della gara e vi rimane fino al traguardo difendendosi bene dagli attacchi di Andrea Giusti che in sella all’Aprilia AF1 gli sta attaccato. Peccato però che una caduta interrompa i sogni di gloria per Giusti. Bellissima gara per Fiorillo che in sella alla sua NSR rimonta fino a raggiungere la seconda posizione e che si fregia anche del giro più veloce. Seguono al traguardo Rossi con Aprilia e Iori e Conforti con Honda.

Vallelunga_24_9_1989

Over 21
Una gara bellissima per il quintetto di testa composto da Flavio Stefanelli con Honda NSR, Gimmi Bosio con Gilera SP01 (priva delle carenature), Giampaolo Fiorin e Claudio Pellizzon su Aprilia AF1 e Giorgio Gallinelli su Honda NSR. Stefanelli conduce una gara molto tattica e dopo aver perso tre posizioni, le riguadagna e taglia il traguardo. Segue Giampaolo Fiorin che però viene squalificato per la mancanza del termostato della sua AF1. Un peccato vista la grandissima rimonta che lo porta dal dodicesimo posto. Promosso quindi secondo Pellizzon seguito da Bosio che perde tempo per un fuoripista. Segue Gallinelli.

Pellizzon_Bosio_partenza

Misano Adriatico, 8 Ottobre 1989 – Seconda Finale

Under 21
La seconda finale sorride a Gianluigi Scalvini che per la prima volta nella stagione vince in sella alla sua NSR. Segue Davide Bulega con Aprilia Sintesi che conduce una bella gara. Terzo Giusti sempre su Aprilia. Segue Capriolo con Cagiva, Fiorillo che conduce una rimonta pazzesca e in ordine di arrivo Cecchinello, Conforti e Repetti.

Over 21
Bellissima gara di Gallinelli che taglia il traguardo per primo seguito dagli altrettanto bravi e spettacolari Stefanelli, Bosio e Chiariotti tutti a meno di 1 secondo. Pellizzon solo quinto a 5 secondi abbondanti dal gruppo di testa.

Misano_08_10_1989

Monza, 22 Ottobre 1989 – Terza Finale

Under 21
Quello che doveva essere un titolo da contendersi tra Scalvini e Fiorillo si trasforma in un grande successo per il giovane Davide Bulega che in volata in sella alla sua Aprilia Sintesi vince gara e titolo. Scalvini e Cecchinello, in testa all’ultima, cadono entrambi. Nella volata finale arriva secondo un bravo Enrico Repetti su Honda NSR, seguito da Meregalli, Giusti e Fiorillo sempre bravissimo nelle rimonte.

Over 21
Bosio taglia il traguardo seguito da Gallinelli, Pellizzon, Stefanelli, Buzzi, Narduzzi, Pini e Moro tutti a meno di 1 secondo di distanza. Una gara veramente impressionante. Ancora più impressionante è il risultato: Bosio. Stefanelli e Gallinelli sono a pari punti. Si guarda quindi ai piazzamenti (un primo, un secondo e un terzo per Gallinelli eStefanelli; un primo e due terzi per Bosio) e poi la somma totale dei tempi delle gare che per 2”38 regala a Stefanelli la vittoria. Ma non è finita. Il cilindro della SP01 di Bosio viene trovato irregolare e quindi per 1 punto la vittoria va a Gallinelli. Ma Gilera si oppone e mesi dopo in sede tecnica viene reintegrato Bosio. Alla fine la Federazione premia a pari punti tutti e tre i piloti, ma il titolo vero e proprio, almeno la soddisfazione ed i riconoscimenti, andranno a Gallinelli.

Written By
More from J

31 Maggio 2015 – 125garda

Finalmente la 125garda! Tutto il 125 Club Italia ringrazia di cuore il...
Read More