5 Ottobre 2013 – 125miglia

Tenutasi il 5 Ottobre 2013 su un percorso esatto di 125 miglia con partenza da Novellara (RE), la 125miglia è il frutto di una delle tante pensate geniali del nostro Ricky, che in questo genere di iniziative… “l’è meglio di un Guglielmo Marconi!”. (Passateci la battuta dal film Amici Miei).

125 miglia Percorso

Gli amici, le 125 anni 80 e 90, le prelibatezze emiliane, la pioggia incessante che ci ha sempre accompagnato … sono tutti stati ingredienti fondamentali per la riuscita dell’evento. Si, anche prendere acqua in sella ad una 125 proprio come quando avevamo 16 anni, dove il maltempo certamente non ci fermava, è stato un ulteriore tuffo nei ricordi. (ma per il prossimo raduno abbiamo già dato, eh?!?!?)

La prima edizione della 125miglia ha anche visto la partecipazione della bellissima rivista inglese PracticalSportsbikes, una rivista che tira oltre 30 mila numeri al mese (volete dire che ci sono così tante persone che conoscono questi matti italiani malati di 125 anni 80 e 90? Pare di si!! Ma gli inglesi non sono da meno! Continuate a leggere…) e completamente dedicata alle moto 70-80-90. Le nostre moto insomma. Jim e Austin, i due giornalisti di PS che hanno partecipato, sono stati dei fantastici compagni di viaggio e per l’occasione guidavano una Aprilia AF1 Futura Replica 125 fresca di restauro (messa a disposizione del sottoscritto) e la stupenda Yamaha TZR-R nera dell’ amico Mauro, grande persona e tecnico competente, ancora di salvezza per tanti di noi che non hanno tempo/capacità di lavorare sulle proprie 125. Jim e Austin hanno scritto un entusiasmante pezzo di 6 pagine, ma ve lo posterò dopo…

Qui Jim e Austin, prima di partire per Novellara, con il nostro Massimo, mitico anfitrione del nostro Club intento ad attaccare il suo carrello con le 125, ovvero il mitico “madmax express”.

Jim_AustinIMG_0889

Qui Austin sbircia (una piccola parte!!) della collezione di Massimo… ed il buon Mauro lo accompagna spiegandogli ogni moto. (Mauro è un aiuto fondamentale per tenerle tutte vive e funzionanti).

Massimo Massimo1

Il bello dei raduni di 125 è che… le moto non si possono guidare in autostrada e anche qualora si potesse, bene, raggiungere il luogo dell’incontro, per molti, è un viaggio vero e proprio. Ne sa qualcosa l’amico Felice che arriva dal Salento! Fortuna però vuole che avendo tutti un’età vicina o superiore ai 40… (tutti tranne il nostro Massimo… ma lui in cuor suo è molto più giovane di noi!), qualche sfizio ce lo si può anche togliere. E allora ecco che l’amico Felice prende un comodo aereo fino a Genova, dove partirà assieme all’amico Paolo con un lussuoso furgone a noleggio con su caricate le bellissime Aprilia Project 108 e Sintesi Replica di Paolo, che gentilmente ha messo a disposizione di Felice. Il cameratismo è senza dubbio l’aspetto più bello dei nostri raduni.

Un altro sfizio è passare la notte prima del raduno tutti assieme in albergo o a casa di qualcuno. Beh, sempre tutti non è possibile: famiglie e lavoro hanno una grande voce in capitolo, ma quando gli astri sono nella posizione corretta, allora, parola di chi scrive, vi assicuro che la serata prima del raduno, vale il raduno stesso! Ecco qua le moto di “quelli del giorno prima”, posteggiate nel garage dell’albergo Sporting di Novellara, gentilmente messo a disposizione dal simpaticissimo proprietario, anagraficamente nostro coetaneo. Credetemi: quando ha visto uscire dai furgoni le nostre bellissime 125… aveva le lacrime agli occhi e si ricordava di quanto all’epoca le avesse sognate.

Sporting 125miglia

E naturalmente… dopo una mangiata pantagruelica in una trattoria vicina… quale idea migliore che non mettersi su la tuta (quella da pioggia però!) e partire per una scorribanda notturna nella movimentata Carpi che dista pochi km da Novellara. Che dire… vi ricordate quando da 16 enni uscivate in compagnia in moto? Ecco: le stesse sensazioni di ieri, ma con la consapevolezza di oggi. Una delle serate più belle che abbia mai passato!

Carpi

Al ritorno della scampagnata notturna a Carpi, si ripongono le moto in garage. Gli inglesi sono cotti, io divido la stanza con il “diesel di Gallarate”, mentre a Mauro, Felice e Paolo tocca una tripla che condivide il muro con una stanza dove degli altri ospiti dello Sporting… ci stavano dando dentro… buona notte!

Al mattino, ritrovo in piazza a Novellara, ma il tempo è un disastro. Piove e continuerà a farlo per tutta la giornata, salvo brevi momenti. Pertanto, non abbiamo molte foto. O meglio, quelle che abbiamo non sono il massimo. Comunque siamo tutti presenti e con calma si parte per il raduno.

125miglia1 125miglia2

La prima tappa è all’agriturismo Ciato, un posto davvero incantevole, dove abbiamo fatto una colazione veramente esagerata. Grazie al proprietario, persona molto cortese, e alla pioggia che per poco ci ha dato tregua, nel cortile dell’agriturismo abbiamo approfittato per mettere le nostre 125 in parata e fare qualche bella foto.

125miglia_moto 125miglia_moto1 125miglia_moto2
125miglia_moto3

Finito il lauto rinfresco, siamo ripartiti sotto una bella pioggia dove abbiamo continuato fino al ristorante. Nel mezzo, siamo riusciti a scambiarci un pò le moto. Ecco le mie impressioni su quelle provate.

RS Extrema Sport Pro: La 125 migliore in assoluto come ciclistica. Impressione confermata anche dai giornalisti. Ma… mi ha fatto tribolare un pò. Girava come un violino la sera che siamo andati a Carpi. Girava bene al mattino e poi è andata progressivamente deteriorandosi. Al 100% si trattava della bobina che più si scaldava, più creava problemi. In sostanza, gli ultimi 20 km non riuscivo ad andare oltre i 7000 giri. Ci siamo fermati 10 minuti a salutare tutti e ripresa la moto per tornare all’albergo dove il furgone ci attendeva, aveva già ripreso ad andare sugli 8000. Segno che era proprio un problema elettrico. Ad ogni modo, la Sport Pro è stata messa sistemata dal buon Mauro e ora monta anche un VHSB 34 (in luogo del PHBH 28 originale della Sporto Pro) così che il suo cilindro 223610 possa tirar dentro quanta benzina serve. Non credo di compiere un sacrilegio, in quanto il suo PHBH 28 originale verrà ripulito dalla benzina, oliato e messo via a corredo della moto. La vedrete alla 125pesto!

AF1 Futura Replica: Nel complesso, forse la migliore delle moto provate. Una delizia da guidare anche se con una ciclistica meno raffinata della Rs. Comunque ha un motore esagerato e dopo il ripristino completo di Mauro, adesso gira come un orologio. Anzi, ho notato che sul finire del giro, andava sempre di più, segno che si stava slegando per bene. Se non fosse già mia… me la comprerei!

AF1 Futura Sport Pro di Mauro: un incrociatore da guerra. Una 125 bestiale. Velocissima. Ma… mi dicevo sempre “ma dov’è Mauro??” visto che spariva all’orizzonte con rara facilità. Ma non è proprio una 125… e non monta il 160cc… Magie di Mauro…

AF1 Sintesi Replica di Paolo: Un bel conservato con un motore veramente esagerato. Per essere tutta originale, a parte il silenziatore Jolly che forse darà 0,10cv in più, ha un motore veramente incredibile. Prendeva giri con una cattiveria che mi ha fatto veramente dubitare su quali cure Paolo le abbia riservato. Una moto bellissima da guidare e molto comoda.

AF1 Project 108 di Paolo: Veramente uno dei migliori conservati che abbia mai visto. Anzi, con una punta di orgoglio, direi che è come la mia. Il motore aveva ogni tanto dei leggeri impuntamenti sugli 8000 giri, ma nel complesso è veramente la gemella della mia. La 125 che utilizzerei tutti i giorni. Semplicemente fantastica!

Nel corso della giornata ci siamo scambiati varie volte tutte le Aprilia. Devo dire che andando in senso evolutivo, ovvero dalla Project 108, passando dalla Sintesi, la Futura e arrivando alla Extrema, si apprezza l’incredibile lavoro di sviluppo fatto da Aprilia. E’ incredibile la differenza che passa tra ogni modello. Facendo il percorso inverso, invece, si rischia un pò. Su qualche tornante mi sono strizzato non poco in quanto ero appena sceso dalla Extrema per salire sulla Project 108. Cinque anni di sviluppo in senso inverso! Mamma mia, ragazzi! Non sapevo più dove mettere le ruote!

125miles

Ed ecco una foto a fine giornata di Mauro e Ricky con le loro splendide TZR-R! Devo dire che ho riscoperto la TZR-R. Non la guidavo da 20 anni e non mi aveva lasciato un bel ricordo. Ma dopo aver provato quella di Mauro… me ne sono comprata una anche io! Certo, il motore non è il massimo e le vibrazioni si sentono, ma ha una ciclistica bellissima! 
Ricky

 

Fine!

Ma la…

125miglia logo originale

 

Ritornerà ad Ottobre, con la sua seconda edizione!

Qua il video!!

PS

Per il pezzo di PS sulla 125miglia… verrà pubblicato a breve! (previa autorizzazione, s’intende!)

 

Written By
More from J

125Franciacorta – ode alla Malanca!

Le Malanca bicilindriche. Le Malanca bicilindriche. L’ho scritto due volte? Ecco, mi...
Read More