4 Settembre 2016: 125laghi/3

Tre anni di 125laghi! Un raduno sulle belle strade del Lago Maggiore, a ridosso della Svizzera e in modalità “sport”. Lasciamo al nostro Socio Alberto raccontare con le sue parole questa bellissima terza edizione.

Anche quest’anno, per la terza volta, ho avuto il piacere di partecipare alla 125 Laghi: rispetto alle precedenti edizioni, mi sono presentato con la Cagiva Supercity, fresca di gomme e revisione, partendo come sempre dalla mia Aosta. Circa 200 km per arrivare a Varese, e se gli anni passati il viaggio con l’N90 si presentava rilassante, la motard di Schiranna, pur avendo lo stesso motore e coperture con un grip molto più soddisfacente, ha un sound talmente aggressivo da sembrare un cross 250, e portandomi a destinazione rintronato e più stanco del solito. Appuntamento alle 9 alla sede del club: qui trovo il Presidente che comincia a togliere i teli dalle due TZR, destinate a essere sfoggiate per l’evento, e Luca, arrivato da Padova carico di adrenalina come un sedicenne il primo giorno di patente, che avrà l’onore e il piacere di fare il motogiro alternando TZR Red Rocket e SP.

img-20160904-wa0001

Nel frattempo, mentre si scaldano i motori, approfitto subito quando mi viene proposto di provare il Fifty Top elaborato del padrone di casa, faccio un giro dell’isolato e torno indietro di quasi trent’anni, che sensazione!! Poi cominciano ad arrivare Gianluigi con il CBR 1000 RR in braghe corte (non aveva ben capito la dinamica della giornata), Massimo sul “C10 Tentori racing”, Paolo sulla sua splendida Futura grigia e fucsia (che in realtà era già lì al mio arrivo, da brava guida alpina è sempre mattiniero), Fabio su NSR-R e Mauro su Extrema Replica. Dopo i saluti e gli abbracci che qualche altro socio definerebbe da “bulicci”, si va a rimpinguare i serbatoi e VIA!!

img_7289

wp_20160904_13_19_01_pro

Il giro è stato davvero bello, costeggiato il lago di Varese, saliti in Svizzera per poi fiancheggiare il lago Maggiore, mangiare sulla sua sponda in un contesto piacevole e rilassante, risalire sul Brinzio, e la ciliegina sulla torta è stata andare davanti ai cancelli della Cagiva (MV) alla Schiranna, per le foto di rito. Un’ultima “tiratina” su strada a scorrimento veloce e il ritorno al Club segna circa 200 km, goduti uno dopo l’altro insieme a una bella compagnia di amici.

wp_20160904_15_46_12_pro

wp_20160904_15_46_51_pro

Staccarsi dalla banda è difficile, si cominciano a fare le solite chiacchiere di “spilli, carburazioni magre, grasse, regolazioni varie”, e salutato tutti mi rimetto in sella altre tre ore, per farmi i 200 km che mi separano da casa. Arrivo alle 21 circa, stanco ma contento, e voglioso di rimettermi presto in sella nonostante i 600 km fatti! Mi separano solo venti giorni dalla 125 miglia, nel frattempo faccio bella la mia Supercity, mettendole decals nuove e dandole una bella lucidata, se lo merita!!

W il club 125stradali.com!!!

Written By
More from J

125Franciacorta – ode alla Malanca!

Le Malanca bicilindriche. Le Malanca bicilindriche. L’ho scritto due volte? Ecco, mi...
Read More