Trofeo Gilera 1989

Per la stagione ’89 viene utilizzata la nuova MX1, campionessa in carica nel campionato Sport Production ’88 con Gimmi Bosio. Cominciano a scendere i tempi sul giro rispetto al trofeo KZ, grazie alle innumerevoli modifiche introdotte dalla MX1 che, motore a parte, è una moto completamente inedita rispetto alla KZ. Nel particolare, il telaio non è più di un doppia culla in tubi quadri, ma un doppio trave superiore scatolato in acciaio con geometrie completamente riviste. Una modifica che oltre al telaio più rigido rende la guida in pista più redditizia è la nuova originale collocazione del serbatoio sotto al motore che permette di avere più maneggevolezza nei cambi di direzione ed allo stesso tempo più stabilità sul veloce in quanto il baricentro della moto si abbassa notevolmente trasferendo una decina di chili (carburante compreso) nella parte più bassa e centrale della moto. Cambiano il disco freno anteriore, punto debole delle KZ, ma viene mantenuta la ruota anteriore da 16″.

L’organizzazzatore del Trofeo è sempre la LMC di Oliviero Cruciani e per la priva volta nella classe 125cc viene istituito anche un trofeo femminile denominato MX1 Ladies Cup dedicato solo ai piloti di sesso femminile tra le quali ricordiamo, Susanna Chiatti, Aurora Sensi e Graziella Gava.

Il vincitore del Trofeo 1989 è Eloi Chiariotti che già si era messo in vista l’edizione precedente, ma la sua è una vittoria sofferta arrivata all’ultima gara di campionato dopo una stagione di duelli con i bravissimi Massimiliano Gervasio ed Ivan Incardona anche loro provenienti dal Trofeo ’88. Sempre in gamba Giorgio Gallinelli, Luca Conti, Riccardo Ascone e da segnalare Cristian Senatore, Paolo Aicardi ed Enrico Repetti che si dimostreranno fortissimi negli anni avvenire.

img_7904

La Cronaca delle Gare
Si parte sul circuito di Varano Melegari, il 23 aprile e come ci si aspettava si mettono subito in evidenza i piloti provenienti dal trofeo ’88, uno su tutti Massimiliano Gervasio, romano, che domina la gara finendo con ben 14 secondi di vantaggio sull’esperto Eloi Chiariotti di Jesi, proveniente dal cross e che già si era messo in evidenza nella precedente stagione. Sorpresa della giornata è Luca Lucca, alla sua prima gara ma già in grado di stabilirsi in terza posizione, poi persa a causa di una scivolata. A chiudere il podio il ligure Paolo Aicardi che con Aprilia vincerà il campionato sport production over 21 nel 1990. Peccato per Giorgio Gallinelli che viene squalificato mentre lottava con i primi per un sorpasso effettuato durante l’esposizione delle bandiere gialle.

Ed eccoci a Misano per la seconda tappa del trofeo dove ci si aspetta un altro dominio di Gervasio che invece cade mentre era in testa in batteria di qualificazione (svoltasi con l’asfalto bagnato la mattina presto) e quindi non prende parte alla gara. Ne approfitta però Chiariotti che vince la finale davanti a Gallinelli. Da notare che tutti e tre sono protagonisti anche nel campionato SP, sebbene non con le Gilera in quanto la MX1 paga troppo di motore rispetto alle Aprilia ed alle Honda. In evidenza anche i romani Marco Carnevale e Riccardo Ascone, il primo però rimane coinvolto in una caduta di gruppo alla prima curva, mentre Ascone fa suo il podio. Ritirato Gennari dopo un ottimo secondo posto in batteria.img_7905

Pista di casa per Gervasio alla terza prova il 21 Maggio a Vallelunga, dominatore assoluto davanti a Luca Conti (poi squalificato) appena rientrato dal servizio militare. Quindi ancora secondo Chiariotti che mantiene la testa della classifica. Podio per Incardona seguito da Gallinelli. Caduti Ascone (giro di ricognizione) e Gennari.

La quarta prova si svolge ad Imola il 25 Giugno 1989 e vede i due favoriti Gervasio e Chiariotti non raccogliere alcun punto a causa di due cadute. La vittoria va quindi a Luca Conti, che già si era messo in mostra nel Trofeo ’88, ma che a causa del servizio militare vede limitato il numero di gare alle quali può prendere parte. Conti va subito in testa, mantenendo un vantaggio costante di 2-3 secondi sui suoi inseguitori. Particolarmente accesa la lotta per il secondo posto che vede Gallinelli prevalere per pochi decimi su Incardona che quindi giunge terzo. Quarto Luca Lucca.

trofeo-gilera-2 trofeo-gilera-3

Il 2 Luglio a Magione si corre sotto la pioggia. Tripletta per Luca Conti che vince in batteria, conquista il giro più veloce e taglia il traguardo per primo. Per la seconda posizione si rileva la bella prestazione di Marco Carnevale seguito a oltre 20 secondi dagli outsider Mariani e Omarini. Giornata difficile per i leader Gervasio (che comunque conquista importanti punti arrivando sesto), Incardona (undicesimo), Chiariotti (tredicesimo) e Gallinelli (quindicesimo).

trofeo-gilera-4

Si ripete la situazione dello scorso anno, sia Gervasio che Chiariotti con l’aggiunta di Incardona devono vincere per aggiudicarsi il trofeo. L’ultima prova si svolge sul circuito lungo e molto tecnico di Vallelunga, circuito favorevole a Gervasio che infatti si porta subito al comando dando quasi un secondo al giro agli avversari che invece sono in lotta per un piazzamento, quindi virtualmente campione è Gervasio fino a che è costretto al ritiro per un grippaggio. Ancora una volta ne approfitta Chiariotti (giunto al traguardo terzo) che con una tattica cauta ed attendista fa suo il campionato. Vince la gara a sorpresa Leonardo Tomei dopo un bel duello con Ascone. Incardona giunge quarto e raccoglie abbastanza punti per guadagnarsi il titolo di vice-campione. Ritiro anche per Gallinelli mentre lottava per la vittoria e che comunque si consola aggiudicandosi il campionato SP nella over 21 in sella ad una Honda però.

trofeo-gilera-5

 

Written By
More from J

125suStrada – I video professional del Club!

Cari Amici 125isti, Il 125 Club Italia è orgoglioso di presentarvi il...
Read More