Stagione 1987

La seconda stagione del campionato Sport Production classe 125 vede un campionato più competitivo con la presenza di Aprilia, Cagiva e Gilera che iscrivono i loro nuovi modelli ’87.

Honda iscrive ancora la Ns-F (affiancata dalla carenata Ns-R) che vince più di tutti con ben 6 gare su 11. Seguono Cagiva con la molto competitiva Freccia C9 che registra 3 vittorie e Aprilia AF1 Project 108 e Gilera Kz rispettivamente con 1 vittoria a testa.

Il regolamento anche per la stagione ’87 non consente modifiche di alcun tipo alle moto che devono rimanere strettamente di serie. Chi sgarra viene squalificato senza appello.

Silvano Levantini si laurea campione 1987 dapprima in sella alla Honda e poi dalla gara di Cassino in avanti con Aprilia AF1 Project 108. Levantini vince tuttavia solo due gare (Misano con Honda e Cassino con Aprilia), ma si dimostra un pilota maturo e costante agguantando sempre importanti piazzamenti che gli permettono di rimanere sempre in testa alla classifica.

Molto bene Simonetti  che vince una gara con la C9, ottenendo buoni piazzamenti che gli valgono il secondo posto in campionato. Seguono rispettivamente terzo e quarto Venturi e Ascona con Gilera. Molto bravi Monti e Debbia con due vittorie a testa e Di Maria che vince una gara. Sempre molto veloce Di Noia.

SP_87_Monti_Levantini
SP_87_Debbia

LE GARE

12/4 Magione
La prima gara di Magione vede ancora schierate al via in prevalenza le Honda Ns-F e la nuova versione carenata Ns-R che però meccanicamente le è identica. Cagiva, in attesa della Freccia C9, schiera ancora la Aletta Oro che vince con Monti, tuttavia squalificato in sede di verifiche tecniche con il secondo arrivato Levantini su Ns-F. La vittoria va quindi a Toschi sempre su Aletta Oro che precede Venturi su Kz e Simonetti ancora su Aletta Oro. Bella la gara di De Maria arrivato quarto su Honda.

26/4 Varano
A Varano, le Honda trionfano conquistando i primi tre posti della classifica rispettivamente con Debbia, Levantini e Simonetti. Quarto l’ottimo Di Maria che porta in pista per la prima volta la nuovissima Aprilia AF1 Project 108. Ottima la prestazione di Luigi Ancona che registra il miglior tempo sul giro, ma cade. Assente Monti per una brutta caduta.

2/5 Misano
Misano vede ancora le Honda dominare, sebbene la timida presenza di Aprilia con la AF1 e Gilera con la Kk. Cagiva corre ancora con la Aletta Oro, ma la C9 è pronta. Dopo un acceso duello con Debbia, che però cade, Levantini conquista il podio seguito da Venturi con Gilera e Romagnoli sempre con Honda.

7/5 Cassino
Cassino vede ancora vincere Levantini, ma questa volta in sella all’Aprilia Project 108 curata dal team Motauto. Ottima la prestazione di Ancona che arriva secondo con la Kz e primo podio per Sebastiano Zerbo con la Honda. Segue Romagnoli sempre con Honda e Venturi su Gilera.

31/5 Misano
La quinta prova vede Ancona conquistare il podio in sella alla sua Kz. Lo insegue Levantini che rafforza la sua posizione in campionato. Seguono i sempre veloci Debbia con Honda e Toschi con Cagiva.

7/6 Vallelunga
Vallelunga sorride a Debbia che con la sua Ns-R vince dopo un bel confronto con Levantini che giunge secondo mantenendo quindi saldo il suo dominio in classifica. Seguono Mariani su Honda e Di Maria su Aprilia. Da segnalare il ritorno di Monti con la nuovissima Freccia C9 che giunge settimo.

21/6 Magione
La settima prova a Magione vede per la prima volta le Honda in difficoltà. Monti guida la Freccia C9 al gradino più alto del podio e conquista anche il giro più veloce. Molto bella la lotta con la Gilera di Venturi che domina parte delle corsa, ma a causa di un lungo, lascia strada libera a Monti. Alle spalle di Venturi si classificano le Gilera  dell’ ottimo Cagnetti e di Ancona.

28/6 Mugello
Di Maria vince al Mugello riportando la Honda sul gradino più alto del podio. Seguono Simonetti e Monti con Cagiva e Levantini con Aprilia che si accontenta di un quarto posto, riuscendo comunque a mantenere il vantaggio in campionato. Assente Debbia, cade Ancona e male Venturi che giunge solo undicesimo.

15/8 Misano
La penultima gara di Misano vede Levantini mancare per un soffio la vittoria nel campionato. Scivolato alla curva del Tramonto, riparte, ma non riesce a portarsi in zona punti. Dopo un acceso confronto, vince Simontetti con la C9, seguito da Venturi su Kk e Debbia su Ns-R. Seguono Ancona, Monti e Di Maria.

13/9 Vallelunga
Di Noia vince l’ultima gara di Vallelunga, ma viene squalificato in sede di verifiche tecniche per irregolarità al condotto di alimentazione. Silvano Levantini diventa campione ’87 in sella alla sua AF1 Project 108 ottenendo un secondo posto (terzo se non fosse stato per Di Noia squalificato). Promosso primo Monti con la C9 e terzo Mariani con Honda seguito da Stefanelli, Ancona e Simonetti. Brutta prova di Venturi che però giunge terzo in campionato dopo Simonetti.

Written By
More from J

24 Settembre 2016: 125miglia/4

Sembra difficile anche solo pensarlo, ma… sono ormai quattro anni che il...
Read More